Gemmoderivato di ribes nero

Gemmoderivato di ribes nero: i gemmoderivati sono estratti da tessuti meristematici vegetali, gemme in questo caso, ricchi di auxine, ormoni della crescita, gibberelline, enzimi, proteine e acidi nucleici, in grado di stimolare alcune funzioni dell’organismo umano. Il solvente di prima macerazione è costituito da una miscela di acqua, alcol e glicerina, che permette una dissoluzione graduale ma efficace del materiale vegetale. La preparazione dei gemmoderivati si effettua secondo la Farmacopea Francese e richiede molto tempo.
Il gemmoderivato di ribes nigrum è un rimedio noto in naturopatia e in medicina naturale per la sua capacità di regolare l’iperreattività allergica e di controllare le infiammazioni, agisce da stimolo surrenalico riequilibrando i processi organici.
L’impiego del gemmoderivato di ribes nero si rivela quindi utile in situazioni quali riniti, oculoriniti, congiuntiviti, asma, dermatiti, orticaria, ma anche stati influenzali, mal di gola, bronchiti e dolori muscoloscheletrici, ovvero in tutte quelle circostanze in cui sia presente una componente infiammatoria, generale o locale, più o meno importante.
Ha inoltre un’azione immunostimolante, combatte la stanchezza e aumenta la resistenza al freddo al fine di prevenire malattie influenzali.
Posologia: 50 gocce diluite in due dita d’acqua, da assumere due-tre volte al giorno lontano dai pasti, avendo cura di trattenere il liquido qualche minuto sotto la lingua prima di deglutirlo, in modo da consentirne l’assorbimento anche attraverso la mucosa orale.
In prevenzione, possono essere sufficienti 50 gocce in una sola somministrazione giornaliera.
Confezioni da 100 ml con contagocce.

Visualizzazione di tutti i 4 risultati